Molinari: i no vax hanno tanta paura del virus al punto da rifiutare il vaccino

Il direttore di Repubblica, Maurizio Molinari, a ‘in Onda’ su La7, parla di complottismo, populismo, vaccinazioni e Green Pass.

“Il complotto storicamente nasce alla confluenza fra il pregiudizio e la paura. Avvenne all’indomani dell’11 settembre quando, di fronte alla paura del del jihadismo, i complottisti affermarono che erano gli americani che si erano praticamente attaccati da soli abbattendosi le torri. Adesso è una dinamica che si ripete nel caso del Green pass. Non c’è dubbio che una parte significativa della nostra popolazione ha ancora paura del virus fino al punto da rifiutare il vaccino; è una paura che bisogna prendere molto sul serio, un sentimento collettivo a cui bisogna rispondere sicuramente con l’informazione, mentre invece la narrativa del populismo è quella di dire semplicemente il virus non è un pericolo e il Green pass non è una protezione là dove invece come mai sappiamo la scienza dimostra in maniera sufficientemente provata che non solamente il vaccino protegge e il green pass garantisce ma che serve assolutamente una terza dose.”

Leggi anche
Giorlandino (Altamedica): “Il virus è mutato, questi vaccini servono a poco”

https://video.repubblica.it/dossier/tv/molinari-a-messora-l-informazione-di-qualita-e-la-migliore-risposta-alle-fake-news-generate-dal-complottiamo/397699/398411

Condividi