Barroso contro Grecia e Francia: programma antiglobablizzazione reazionario

gavras17 giu – La pretesa francese di escludere il settore audiovisivi dai negoziati commerciali con gli Usa in nome del principio dell'”eccezione culturale” è una pretesa “reazionaria”: quest la dura presa di posizione del presidente della commissione Europea José Manuel Barroso.

La richiesta francese, ha detto Barroso parlando all’International Herald Tribune “rientra in un più ampio programma antiglobablizzazione che ai miei occhi è totalmente reazionario”.

A sfumare i toni della dichiarazione è stato in seguito un portavoce della Commissione, Olivier Bailly, che ha detto che Barroso non parlava della Francia “ma di coloro che in parallelo hanno lanciato attacchi personali violenti e ingiustificati contro il presidente della commissione”: Bailly, evidentemente, faceva riferimento a una conferenza stampa tenutasi la settimana scorsa a Strasburgo quando il regista greco Costa Gavras aveva definito Barroso “pericoloso per la cultura europea” mentre l’eurodeputata Rachida Dati aveva invitato Barroso a dimettersi perché “prono alle richieste degli Stati Uniti”.

Nel video Costa Gavras esprime la sua posizione



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -