Mattarella: l’aspirazione all’ordine non deve essere appagata schiacciando la libertà

Mattarella giornalismo mafia

“Sarebbero preziosi, anche in questi nostri giorni, il suo pensiero e i suoi suggerimenti. La presidenza Leone si caratterizzò per un forte richiamo ai valori dell’antifascismo e per la fedeltà ai valori della Resistenza, in particolare in difesa delle istituzioni repubblicane di fronte ai tentativi eversivi”. Lo ha sottolineato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo al Quirinale all’incontro di studio “Giovanni Leone. Presidente della Repubblica 1971-1978” nel ventesimo anniversario della scomparsa.

“Nel corso della cerimonia per il conferimento della medaglia d’oro al valor militare alla Valsesia per attività partigiana, a Varallo, nel settembre del 1973, non usò mezzi termini ha quindi ricordato il Capo dello Stato- .

‘Il fascismo –disse– costituisce una tentazione che si riaffaccia sovente nella storia dei popoli: è un modo per concepire uno Stato forte, forte non per consenso popolare , né per autorità di legge, né per consapevole disciplina, ma solo per il modo di conquista e esercizio del potere: un metodo di violenza, di sopraffazione delle libertà delle coscienze e del pensiero, di soffocamento di ogni voce, di ripudio del pluralismo sociale e politico quindi di accentramento di tutte le responsabilità nelle mani di un uomo o di una ristretta cerchia di uomini. E’ una tentazione che ricorre in talune svolte delle comunità nazionali, quando i problemi della società –tanto più gravi e talora angosciosi quanto più intenso è il ritmo del progresso che dal suo seno li esprime in correlazione a sperequazioni e mancate risposte alle istanze di giustizia– urgono nella loro importanza’.

L’aspirazione all’ordine –sottolinea – ‘non deve essere appagata annullando o schiacciando la libertà“. affaritaliani.it

Mattarella: “Non si invochi la libertà per sottrarsi alla vaccinazione”

Condividi