Dubbi sui vaccini, medico punito con taglio dello stipendio del 20%

Ed ecco il primo caso. Una sanzione disciplinare “per aver diffuso sul web teorie negazioniste sulla pandemia”. E’ quanto ha deciso l’Asl To4 nei confronti di Giuseppe Delicati, medico di famiglia con studio a Borgaro, nel Torinese. In un video il medico sollevava forti dubbi sull’esistenza della pandemia e sull’efficacia del vaccino antinfluenzale, citando fonti non meglio specificate del Pentagono.

Dopo l’inchiesta della procura di Ivrea per procurato allarme e la segnalazione all’ordine dei medici, l’Asl ha disposto la sanzione disciplinare che consiste nella riduzione dello stipendio “nella misura del 20% per 5 mesi cinque” a partire dal 31 dicembre.

Intanto solo due operatori su dieci nelle 85 rsa di Pavia è disposto a farsi vaccinare contro il Covid, un dato basso che preoccupa e non poco l’Ats. “Bisogna cogliere a pieno l’importanza di questo vaccino e gli operatori delle case di riposo non possono sfuggire a questo” ha detto alla Provincia pavese la direttrice generale di Ats Mara Azzi.”Non è pensabile – ha aggiunto -che solo il 20% degli operatori delle rsa voglia tutelarsi contro il virus. Quando si è a contatto giorno e notte con persone anziane e fragili ci sono i presupposti per pensare che nei loro confronti pesi un vero e proprio obbligo”. ANSA

Meluzzi: ‘di fronte al totalitarismo globalista dovremo imparare la Taqiyya’

Meluzzi: ‘di fronte al totalitarismo globalista dovremo imparare la Taqiyya’

Condividi