Michelle Obama contro Trump: “basta giocare con teorie cospirative”

NEW YORK, 17 NOV – “Questo non è un gioco”. Michelle Obama interviene con un lungo post su Instagram sul rifiuto del presidente Donald Trump di accettare il risultato delle elezioni e di consentire la regolare transizione del presidente eletto Joe Biden alla Casa Bianca. L’ex First Lady spiega che una delle grandi responsabilità di un presidente è quella di ascoltare quando si esprime il popolo e anche se è stata dura per loro accettare la vittoria di Trump nel 2016 tutto il personale all’epoca fu istruito in modo da consentire un pacifico passaggio di testimone.

“Invitammo – scrive – la squadra del presidente eletto nei nostri uffici e preparando loro delle note dettagliate su ciò che avevamo imparato negli ultimi otto anni e così come avevano fatto con noi George e Laura Bush”.

Conclude poi dicendoo che l’amore per il paese richiede di rispettare il risultato delle elezioni anche quando non piace perché la presidenza non appartiene ad un solo individuo o ad un partito. “Fingere che lo sia – dice – giocare con queste teorie cospirative senza base, sia per motivi personali che politici, vuol dire mettere in pericolo la salute e la sicurezza del paese”. (ANSA).

Obama: invertire la cultura “delle pazze teorie della cospirazione”
(Ha mai aperto un libro di storia? La storia del mondo è una storia di cospirazioni e complotti. Chiedere a Giulio Cesare, Anna Bolena e GHEDDAFI, per esempio…)

Obama: invertire la cultura “delle pazze teorie della cospirazione”

Condividi