UE, Weber contro Salvini: un patriota non può essere marionetta di Putin

Botta e risposta tra Matteo Salvini e il presidnte del gruppo del Ppe all’Europarlamento Manfred Weber. “Una parola ai colleghi del Front National, Syriza e a Salvini: siamo qui per servire i cittadini europei, un vero patriota non può essere una marionetta di Putin“, ha detto il presidente del gruppo del Ppe Manfred Weber in aula alla plenaria del Parlamento europeo a Bruxelles.

“Non rispondo a un simpatico politico tedesco, che mi auguro si occupi di Germania come io mi occupo di Italia”, la replica a stretto giro del leader della Lega. (ANSA)

Ieri anche l’eurodeputato del gruppo Renew Europe Guy Verhofstadt ha attaccato Salvini. “l leader della Lega Matteo “Salvini, madame Le Pen e i loro amici austriaci ricevono soldi da Putin. Che si preoccupino di restituirli”, invece di “darci lezioni”. Lo ha affermato l’eurodeputato , replicando ad un collega del gruppo Identità e Democrazia durante il dibattito nella plenaria del Parlamento Europeo, a Bruxelles. “E’ uno scandalo che persone del genere ci diano lezioni, quando prendono soldi per distruggere l’Ue“, ha aggiunto.

Va precisato che la situazione del partito guidato da Matteo Salvini è molto diversa da quella del Rassemblement National e anche da quella dell’Fpoe austriaco. Il Front National, predecessore dell’Rn di Marine Le Pen ha ricevuto prestiti da imprese russe (diversi milioni di euro, inizialmente dalla First Czech-Russian Bank, poi il credito è passato di mano) e nel giugno scorso il Rassemblement National ha chiuso un accordo per restituire il prestito a rate, secondo quanto riporta Ouest-France.

Condividi