Dove sono coniate le monete dello Stato islamico? In Turchia!

Gaziantep'te DAEŞ'e ait para baskı kalıpları ele geçirildi

 

Le autorità turche hanno arrestato ieri sei uomini, sospettati di essere membri dello Stato islamico, mentre coniavano le monete usate nelle aree controllate dall’Isis in Siria e Iraq. L’arresto è avvenuto nella città di Sahinbey, nella regione di Gaziantep, vicino al confine con la Siria, come riporta l’agenzia Anadolu. Da tempo circola la notizia che i jihadisti starebbero utilizzando nei territori occupati una propria valuta.

Da anni la Turchia è accusata di favorire l’ascesa dell’Isis per abbattere il dittatore sciita Bashar al-Assad. Decine di migliaia di combattenti sono entrati in Siria e si sono uniti all’Isis e ad altri gruppi jihadisti passando dalle frontiere turche, senza che le autorità se ne accorgessero.  La valuta dell’Isis viene coniata in Turchia | Tempi.it

Erdogan arma Isis e finge di piangere per i profughi “vergogna per il mondo”

Finanziatori dell’Isis minacciano la Russia: non compreremo piu’ il gas

Siria, Nato: pronti a dispiegare truppe in Turchia

 



   

 

 

1 Commento per “Dove sono coniate le monete dello Stato islamico? In Turchia!”

  1. Per me il commercio ha gli occhi bendati con la politica.
    Nel 1941 gia Hitler … alla riscossa di Danzica ecc… ecc… Noi appresso -Fiume e Pola.-..(Nizza e Savoia). Alla Officine Galileo, venivano costruiti dei telemetri per puntare oggetti da distruggere a suon di cannonate. Spediti in Juogoslavia . Una armata tedesca già entrata in juogoslavia.Noi alle porte , per non essere da meno, Ecc … ma il commercio dei temetri seguitava . cera da rispettare la commessa.!
    Al Mondo ci sarà PACE quanto i “papaveri andranno loro a far la guerra non il popolo ultimo delle sembianze umane.!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -