Bonomi: “facciamo come Biden, dazi sulle auto cinesi”

Bonomi Confindustria

Carlo Bonomi sta per concludere la sua esperienza alla guida di Confindustria, il prossimo 23 maggio ci sarà la nomina ufficiale del nuovo presidente designato: Emanuele Orsini. Per Bonomi è tempo di fare un bilancio finale: “Il passaggio del mio mandato più positivo è stato quello relativo alla gestione del periodo pandemico con sindacati e governo: un patto sociale difficile, tutti hanno dimostrato senso di responsabilità. Ma il mio rarmmarico, invece, – dice Bonomi a Il Corriere della Sera – è quello di non essere riuscito in seguito a proseguire sulla strada di un patto di responsabilità sociale nazionale. Si è perso lo spirito di condivisione che c’era durante il lockdown”.

Bonomi affronta il tema dei dazi sulle auto cinesi imposto dagli Usa e sostiene che l’Europa dovrebbe seguire la scia tracciata da Biden.
Leggi anche
Usa, aumento dei dazi su auto elettriche cinesi
(c’è un piccolo particolare: nessun grande produttore cinese di auto elettriche, come BYD, NIO e Li Auto, vende modelli nel mercato americano)

“Questi – prosegue il presidente degli industriali a Il Corriere – sono i temi che ho sempre cercato di portare all’attenzione, ma in Italia si fa molta fatica. Quel che stanno facendo da anni gli Stati Uniti per me è chiaro: da quando Pechino ha lanciato il suo piano “China 2035” per arrivare al primo posto al mondo nell’industria avanzata e nelle tecnologie, la Casa Bianca ha risposto. Le priorità diventano l’autonomia energetica, il controllo delle terre rare, il ritorno in patria delle produzioni essenziali. Avremmo dovuto farlo anche noi. Certo questi dazi non possono essere l’unica risposta, ma noi europei dovremmo fare lo stesso: dare segnali chiari e muoverci con efficacia, se ci sono potenze industriali nel mondo che distorcono la concorrenza con pesanti sussidi in tutti i settori nei quali vogliono spingere l’export”.  affaritaliani.it

SOSTIENI IMOLAOGGI
il sito di informazione libera diretto da Armando Manocchia

IBAN: IT59R0538721000000003468037 BIC BPMOIT22XXX
Postepay 5333 1711 3273 2534
Codice Fiscale: MNCRND56A30F717K