Fiumicino, senzatetto morto per il freddo. E’ il terzo in pochi giorni

senzatetto

L’ondata di gelo che in questi giorni sta attraversando Roma e provincia miete un’altra vittima tra i più fragili. Un altro senzatetto, un uomo di 52 anni di origini polacche, è stato trovato morto venerdì pomeriggio in un’area boschiva in località San Carlo a Polidoro, nel Comune di Fiumicino.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Passo Scuro insieme con il personale medico, che non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Dai primi rilievi sul corpo dell’uomo non sono stati trovati segni di violenza o di lotta, e l’ipotesi primaria è che sia morto di freddo. La salma è stata trasferita all’obitorio del Verano, dove verranno condotti accertamenti specifici, ma la conta dei decessi causati dalle basse temperatura sale a velocità inquietante.

Senzatetto morto per il freddo. E’ il terzo in pochi giorni

Soltanto qualche ora prima, la mattina di venerdì, in viale del Tintoretto era stato trovato il corpo senza vita di un altro senzatetto, un cittadino romeno di 52 anni che si era rifugiato sotto il cavalcavia, anche lui morto di freddo. Nella notte tra lunedì e martedì un’altra morte, un uomo deceduto nel parco del Torrione, zona Prenestino, in un’area scelta da molti senzatetto come rifugio.

A inizio dicembre due morti in successione: un uomo di 78 anni trovato senza vita in un parcheggio in zona Garbatella, a bordo di un’auto che era con tutta probabilità diventata la sua casa, e un 27enne trovato morto in un angolo di piazza dei Cinquecento, nei pressi della stazione Termini. A uccidere entrambi, nella notte, l’abbassamento delle temperature e la mancanza di un riparo e di un pasto caldo. […]  www.romatoday.it

Condividi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *