Vaccini: sospesi 18 operatori ‘no vax’ nel Veronese

variante indiana operatrice sanitaria vaccino

Diciotto operatori socio-sanitari che si erano rifiutati di sottoporsi al vaccino anit-Covid sono stati sospesi dal lavoro alla “Pia Opera Ciccarelli”, fondazione di San Giovanni Lupatoto (Verona) che gestisce nove strutture per anziani con 640 posti letto per non autosufficienti.

La fondazione – riporta il quotidiano L’Arena – ha disposto in via cautelativa, che i dipendenti non possano più svolgere le proprie mansioni, in quanto costituiscono un potenziale pericolo per gli ospiti e per coloro che lavorano alla loro assistenza.

Per Elisabetta Elio, direttrice dell’organizzazione, “chi ha deciso di non vaccinarsi costituisce una possibile fonte di rischio per la struttura in cui lavora. In alcune strutture per anziani, sia in altre province venete che nel Veronese, ci sono già stati focolai di contagio causati da lavoratori che non avevano voluto sottoporsi alla vaccinazione anticovid”. I dipendenti della Pia opera Ciccarelli sono circa 700, di cui almeno 500 lavorano in ambito sanitario o assistenziale. ansa

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Business vaccini, i profitti hanno creato 9 nuovi miliardari

Obbligo vaccinale, vergogna per chi lo impone e per chi lo accetta.
La violenza della politica si abbatte col ricatto più ignobile: la perdita del lavoro amato e necessario per vivere

Obbligo vaccinale, vergogna per chi lo impone e per chi lo accetta

Montagnier: “la vaccinazione di massa è un errore enorme”

Prof Garavelli: “Non si vaccina mai durante un’epidemia. Sta prevalendo l’anti-scienza”

Vaccini Covid, prof Bellavite: ha ragione chi ha paura, sono sperimentali

“La vaccinazione di massa in piena pandemia crea un mostro irrefrenabile”

Covid e terrorismo sanitario: Italia distrutta dalla disinformazione

Condividi