Roma: incendio nei sotterranei dell’Umberto I, muore un clochard

Tragedia nei sotterranei del Policlinico Umberto I dove un clochard è morto a seguito di un incendio scoppiato per cause ancora da determinare. L’uomo, senza documenti, è stato trovato privo di vita sul pavimento: secondo una prima analisi del medico legale sarebbe morto a causa delle ustioni riportare e del quantitativo di monossido di carbonio inalato.

I fatti sono andati in scena nella notte del 27 gennaio, intorno alle 23. Il senza fissa dimora, da tempo, aveva trasformato alcuni locali dei sotterranei dell’Umberto I, proprio sotto il reparto di Ginecologia, come “casa” di fortuna. Mercoledì notte il drammatico rogo.

Fatale forse un mozzicone di sigaretta lasciato sul materasso usato per la notte o un piccolo fuoco acceso per scaldarsi. Saranno le indagini della polizia di Stato a determinarlo. Nel caso venisse confermata la seconda ipotesi, si tratterebbe del dodicesimo clochard morto a Roma per difendersi – invano – dal freddo.

L’ultima, in ordine di tempo, una donna italiana di 54 anni ritovata in via della Magliana. Prima di lei, in piazza San Pietro, era morto Edwin. Quindi la dolorosa morte di Marian Barzyczak.

Il 9 gennaio a perdere la vita un senza fissa dimora di Ostia e, il 6 gennaio, invece, Mario, un uomo di 58 anni, è trovato cadavere nei pressi della stazione Termini, davanti ad un albergo chiuso per l’emergenza Covid.

https://www.romatoday.it/cronaca/morto-clochard-umberto-I.html

Condividi