Covid, Gori: Comune Bergamo parte offesa in indagine pm

28 DIC – “La Giunta del Comune di Bergamo ha deliberato di dichiarare il Comune persona offesa” nell’indagine preliminare della Procura di Bergamo per epidemia colposa sulla pandemia da Covid-19. “Se la Procura deciderà di promuovere l’azione penale, con il rinvio a giudizio, allora il comune si costituirà parte civile”.

Lo ha detto il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, questo pomeriggio durante una conferenza stampa su zoom. Un passo “giustificato e necessario”, ha aggiunto Gori, visto anche “l’eccezionale impatto” della pandemia su Bergamo e “visto l’elevato numero di vittime”. (ANSA).

Nel mese di marzo, il regista Paolo Franchi si definì “disgustato” dall’atteggiamento di Giorgio Gori. Il regista, in un lungo post su Facebook, raccontava quanto accadeva il 26 febbraio con tanto di foto. “Giorgio Gori – scrisse – il 26 febbraio invitava i bergamaschi a uscire, fare shopping, a mangiare la pizza con la moglie soubrette quando l’ospedale di Alzano Lombardo era in tilt e i medici di Bergamo gridavano l’allarme e dicevano che sarebbe successo un disastro. Superficialità, vacuità, irresponsabilità, incapacità. Per l’economia questo e altro”.

Condividi