Covid, Oms: “Numero di morti sottostimato”

“Il numero dei decessi per Covid-19 nel mondo probabilmente è sottostimato”. A dirlo, nel giorno in cui l’Organizzazione mondiale della sanità conta 996.342 vittime di Covid-19 nel mondo, è Mike Ryan, a capo del Programma di emergenze sanitarie dell’Oms, rispondendo ai giornalisti in conferenza stampa a Ginevra.

“Non ci sono casi di persone morte per incidente e classificate come Covid – ha detto – ma piuttosto è possibile il contrario: gli attuali numeri dei decessi per Covid sono probabilmente sottostimati”, ha detto l’esperto.

“E’ molto importante il fatto che abbiamo 10 candidati vaccini contro Covid-19 in fase 3. Ma ora occorre finire la fase 3 e avere l’ok delle agenzie regolatorie. Insomma, no a scorciatoie sulla sicurezza o sull’efficacia dei vaccini”. Lo ha sottolineato Mariângela Batista Galvão Simão, direttore generale aggiunto Access to Medicines and Health Products dell’Organizzazione mondiale della sanità, in conferenza stampa a Ginevra.

“E’ fondamentale che ogni possibile effetto avverso dei candidati vaccini venga indagato”, ha aggiunto l’esperta, plaudendo al comportamento di AstraZeneca, che nelle scorse settimane aveva interrotto il suo trial di fase 3 proprio per far luce su un problema di questo tipo. “Non ci sono scorciatoie”, ha aggiunto. “E’ vero, non ci possono essere scorciatoie sulla sicurezza dei vaccini”, le ha fatto eco Maria Van Kerkhove, Covid-19 Technical Lead dell’Oms. “E’ cruciale che ci siano più vaccini in fase di sviluppo contro Covid per avere più chance di ottenerne uno efficace. Ma non possono esserci scorciatoie”, che rischierebbero di alimentare “lo scetticismo nei confronti dei vaccini”, ha concluso.  ADNKRONS

Condividi