Elezioni Usa, Kanye West in lacrime sul palco contro l’aborto

keystone-sda.ch (Lauren Petracca Ipetracca)

Kanye West va avanti con la sua idea di candidarsi alle prossime elezioni presidenziali americane. E per la prima volta è salito su un palco per un comizio pubblico in Sud Carolina. Con indosso un giubbotto antiproiettile e senza microfono, Kanye ha parlato di tutto, dalle droghe all’aborto, presentando una sua proposta per evitare l’interruzione di gravidanza: “Un milione di dollari a ogni donna che rimane incinta”.

(ANSA) Sud Carolina (Usa), “Mia madre mi ha salvato la vita, mio padre voleva che abortisse perche’ era talmente impegnato”, racconta il rapper Kanye West alla folla. Giunta per sentirlo parlare dal palco dal quale il cantante lancia la sua candidatura alle presidenziali 2020.

West si lascia andare scoppiando in lacrime: Convinto antiabortista svela quando la moglie Kim Kardashian, all’epoca la sua ragazza, lo chiamo’ – lui si trovava a Parigi era davanti al computer a lavorare – dicendogli di essere incinta. Cosi’ confessa ho pensato assieme a Kim all’aborto.

“Ho quasi ucciso mia figlia” dice sconvolto, mentre il pubblico lo sostiene a gran voce. North la prima di tre figli e’ nata il 15 giugno del 2013. Ma West non si limita soltanto a parlare contro l’aborto: sostiene di volere supportare le madri attraverso l’erogazione di sussidi per ciascun bambino dato alla luce. ANSA

Riguardo alla sua corsa alla Casa Bianca, West ha assicurato: «Non me ne frega niente se ottengo la presidenza o no, sono al servizio di Dio». Il 43enne ha poi definito l’accusa che la sua candidatura rischi di far disperdere i voti dell’elettorato afroamericano come «la cosa più razzista che sia mai stata detta».

Condividi