Austria: FPOE presenta ricorso sull’esito delle presidenziali

 

La FPOE contesta il risultato delle recenti elezioni presidenziali austriache, perse per poco meno di 31.000 voti, lo 0,6% del totale.
Il partito liberale, considerato di estrema destra da quando ne divenne leader Joerg Haider, aveva candidato alla Presidenza Norbert Hofer, che a sorpresa era arrivato al ballottaggio e poi a un soffio dalla vittoria.

“Non hai bisogno di essere un complottista per sentire come minimo un certo presentimento di fronte a una tale mole di errori e di stranezze”, ha detto in conferenza stampa il segretario del partito, Heinz-Christian Strache, presentando il ricorso. In 150 pagine, il partito ritiene di aver documentato irregolarità in 94 circoscrizioni sulle 117 totali del Paese.

Il Presidente eletto, il verde Alexander Van Der Bellen, dovrebbe ufficialmente assumere l’incarico l’8 luglio.

La gran parte delle contestazioni dell’FPOE riguarda più di mezzo milione di voti per corrispondenza, perché ricevuti, aperti o addirittura contati prima che si fosse installata la commissione elettorale, o per risultati proclamati da persone che non ne avevano titolo. euronews



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -