“Il padre di Aylan ha organizzato il viaggio e guidava il barcone”

 

Abdullahal-KurdiISTANBUL, 11 FEB – Alla prima udienza del processo in Turchia per il naufragio nell’Egeo in cui morì il piccolo Aylan Kurdi i due presunti scafisti siriani imputati si sono dichiarati innocenti, accusando il padre del bimbo, Abdullah, di aver organizzato il viaggio e guidato il barcone poi affondato.

Lo riporta l’agenzia di stampa Dogan. Nell’incidente erano morti anche il fratellino di Aylan, Galip, la madre Rehan e altre due persone. La procura ha chiesto 35 anni per ciascuno dei due accusati, Muwafaka Alabash e Asem Alfrhad. (ANSAmed).

La testimone racconta: “Il padre di Aylan era lo scafista”

“Il padre di Aylan era ubriaco, fu lui a causare il naufragio”

Canada, mai ricevuta richiesta di asilo dal padre del piccolo Aylan

Cancellato da youtube il video in cui la sorella accusa il padre di Aylan di aver organizzato il viaggio “per mettersi i denti gratis in Europa”

https://www.youtube.com/watch?v=tBZBLjswjuo


 


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!
IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal



 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -