Disabile ucciso a sprangate, arrestato immigrato dell’Est Europa

arresto-carabinieri

 

I carabinieri hanno identificato e fermato il presunto assassino di Giancarlo Sartini, il pensionato di 53 anni massacrato in casa la notte fra il 26 e il 27 dicembre scorsi a Chiaravalle. Si tratta di un giovane operaio dell’Est Europa, residente nell’Anconetano. Il delitto sarebbe frutto di un furto degenerato in omicidio.

Almeno tre i colpi inferti alla testa con un oggetto contundente, forse una spranga o un piede di porco. Sartini, invalido civile a causa dei problemi di peso dei quali soffriva, non avrebbe potuto opporre resistenza alla violenza dell’aggressore.

LA RAPINA – A dare forza alla pista del furto finito male, fin da subito, la finestra forzata al primo piano del palazzo (la porta invece era chiusa dall’interno, intatta) e i cassetti trovati in disordine. Inspiegata invece, ancora, la violenza dell’omicida, contro una vittima inerme. Sartini, inoltre, ex addetto alle pulizie dei vagoni ferroviari, non era certo un uomo ricco.

.today.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -