Parma: Pizzarotti spende 172mila euro in uffici per nomadi e immigrati

Condividi

 

pizza

26 ago – Prosegue l’impegno del Comune di Parma nell’andare incontro alle esigenze di nomadi e immigrati, mentre i Parmensi se la passano male e, come dice Katia Torri della Rete diritti in casa, a settembre sono previsti 4 sfratti alla settimana

Della concessione di un terreno per costruire il centro islamico abbiamo già parlato e la Lega ha dichiarato apertamente il danno che porterebbe la moschea nella zona Nord della città ai  “residenti che oggi devono già convivere con prostitute, spacciatori, abusivi che hanno occupato (nuovamente) le ex Stalle di Maria Luigia, bisognosi del centro Sert, malati che frequentano il centro Santi di igiene mentale, persone che urinano in strada e continuano a fare schiamazzi notturni vista la presenza di locali che pare non siano soggetti a nessuna regola degna di essere chiamata tale  ed altro ancora…».”

Abbiamo già detto anche dei 45.000 euro spesi per pagare le bollette ai nomadi, ma il Comune vuole fare di piu’ e, di fronte alle esigenze degli stranieri, non si ferma.

Procede quindi  la riqualificazione dell’Informastranieri. Al piano rialzato del punto di accoglienza di via Cecchi, vicino alla stazione, si aprono nuovi locali e uffici per stranieri e immigrati,  che saranno pronti a fine settembre,  per i quali il Comune ha stanziato 172mila euro. Nei locali restaurati – circa 370 metri quadrati – troveranno sede lo sportello nomadi, lo Sprar per i rifugiati politici e richiedenti asilo, la sede dei mediatori culturali.

Il nuovo Informastranieri diventerà un punto di riferimento anche per prendere appuntamento con prefettura e questura per il permesso di soggiorno.

Pizzarotti: “Kabul è in Iraq e Medvev fa parte della Commissione UE”

Condividi l'articolo

 



   

9 Commenti per “Parma: Pizzarotti spende 172mila euro in uffici per nomadi e immigrati”

  1. fatti di cronaca?se lo dice lei da imola…

  2. la mia frase messa in questo contesto delirante non mi piace,gli sfrattati a parma sono immigrati ed italiani,gli speculatori sono parmigiani doc e sono questi ultimi i veri parassiti,magari molti di questi son leghisti come molti proprietari di case affittate in nero a prezzi esosi a studenti o cantine affittate a famiglie di disperati,tutto il resto è propaganda razzista fatta da chi ci guadagna col dividi e comanda

    • Sig.ra Torri, se quello che lei chiama “contesto delirante” (ovvero fatti di cronaca pubblicamente conosciuti) non le piace, ci dica lei qual è il contesto che più le aggrada….

  3. gabrielladoroni

    Le nostre egregie istituzioni stanno mettendo appunto una cosa straordinaria ,stanno scacciando gli ITALIANI DALL’ITALIA per fare pozto a zingari, ladri,assassini,insomma persone con cui si trovano bene! Chiedo a tutte le persone I T A L I A N E che pensano come me, di cliccare mi piace. Quando avremo raggiunto un numero cospiquo faremo sentire la nostrs voce forte e chiara .h

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -