Zelensky: “dandoci soldi o armi salvate i vostri figli, non i nostri”

Controffensiva ucraina, Zelensky

Nell’ultimo messaggio del 2023 Zelensky ha scommesso su una campagna di successo nel nuovo anno. Ora, nelle parole a The Economist, il presidente ucraino accende i riflettori sulla strategia che Kiev punta ad attuare: nel 2024 la Crimea e la relativa battaglia nel Mar Nero diventeranno il centro di gravità della guerra. Secondo Zelensky, l’isolamento della Crimea occupata e l’indebolimento del potenziale militare russo è estremamente importante per noi, perché è un modo per ridurre il numero di attacchi da questa regione”.

L’Ucraina, ribadisce il presidente, ha bisogno del sostegno dell’Occidente: “Dandoci soldi o armi state salvando i vostri figli, non i nostri. Nel 2023 non siamo riusciti ad avere il successo che il mondo voleva. Forse non tutto sta accadendo così velocemente come qualcuno immaginava. Ma – sottolinea Zelensky- l’idea che Putin stia ‘vincendo’ non è altro che una sensazione. E la realtà è che i soldati russi stanno morendo anche in luoghi come Avdiivka, dove il presidente si è recato l’altro giorno”.

Putin: “Spazziamo via Kiev”

Da Mosca, arriva il messaggio di Putin che lascia poco spazio alle interpretazioni. “L’iniziativa strategica al fronte è nelle mani delle forze armate della Federazione russa e il nemico viene gradualmente spazzato via“, dice il presidente russo nell’incontro con i militari ricoverati all’ospedale Vishnevsky. “Abbiamo i mezzi di distruzione che nessun altro esercito al mondo ha”. Le capacità delle forze armate russe sono “in costante crescita”, aggiunge Putin. L’Ucraina, osserva Putin, sta rapidamente esaurendo le munizioni occidentali che riceve.  ADNKRONOS

ADNKRONOS

SOSTIENI IMOLAOGGI
il sito di informazione libera diretto da Armando Manocchia

IBAN: IT59R0538721000000003468037 BIC BPMOIT22XXX
Postepay 5333 1711 3273 2534
Codice Fiscale: MNCRND56A30F717K