Norma rave party, Serracchiani: “si vuole colpire il dissenso”

Debora Serracchini

Tra chi costruisce film e interpretazioni tendenziose sulla norma anti-rave, nuova ossessione della sinistra, un posto di spicco lo ha per certo Debora Serracchiani. La deputata del Pd infatti passa all’attacco in un intervento a SkyTg24, dove offre la sua personalissima interpretazione del cosiddetto “decreto Rave”.

Secondo la piddina, addirittura, in pericolo ci sarebbe la Costituzione. Infatti, afferma: “Noi abbiamo l’articolo 17 che tutela a livello costituzionale la libertà di riunione. Quella norma è scritta in modo così generico da mettere a rischio quel principio fondante della Costituzione. Colpite l’illegalità, non il dissenso”, afferma.

E ancora: “L’impressione è che sia stata usata la bandierina dei rave per colpire il dissenso. E infatti esponenti di Fratelli d’Italia hanno spiegato che la norma può essere applicata anche ad altre fattispecie diverse dai rave, come l’occupazione di un edificio, come un’assemblea studentesca. Questo è inaccettabile. Quella norma è scritta male e rischia di essere applicata male, quindi ritiratela. Confrontiamoci in Parlamento, non scaricate sull’opposizione la responsabilità di una norma scritta male”, conclude la Serracchiani, paventando rischi e spettri dal sapore quasi dittatoriale… liberoquotidiano.it

 

Articoli recenti