“Imminente lockdown per i non vaccinati, già da Capodanno”

vaccino non basta restrizioni per Natale

Immininente lockdown per i non vaccinati  – Il Cts si riunisce oggi per valutare la probabile abolizione della quarantena per chi ha già ricevuto la terza dose di vaccino (altrimenti nel giro di poche settimane si blocca il Paese), ma la vera notizia è che anche in Italia sta per arrivare il lockdown totale per chi non ha fatto nemmeno una dose di vaccino contro il Covid.

Fonti politiche e di governo danno per certa la decisione che comunque, in ultima istanza, spetta al presidente del Consiglio Mario Draghi. E l’ipotesi che circola è clamorosa: il timore è che Capodanno, nonostante la chiusura delle discoteche e il divieto delle feste in piazza, possa moltiplicare i contagi ancora più del Natale e quindi non è escluso che la stretta per i poco più di 5 milioni e mezzo di persone over 12 anni non vaccinate nemmeno con una dose scatti immediatamente e sia in vigore già per il 31 dicembre.

Covid, Altamedica: “Il 72% dei positivi è vaccinato”

Lockdown per i non vaccinati

Obiettivo cercare di bloccare la diffusione del virus chiudendo in casa i No Vax. Il lockdown sarebbe, appunto, totale e simile a quello generalizzato dell’inizio pandemia nel 2020. In sostanza, i non vaccinati potrebbero uscire di casa solo per motivi di salute (ospedale o farmacia), per esigenze primarie (fare la spesa) o per servizi considerati essenziali come banca, posta, edicola o tabaccaio. Vietate per i No Vax anche le visite nelle case private di amici e parenti.

Leggi anche
Covid, sindaco di Valsamoggia positivo dopo 3 dosi di vaccino
Covid, sindaco di Forte dei Marmi positivo con 3 dosi di vaccino
Inoculato con tre dosi: Di Battista positivo al Covid

Come scrive affaritaliani.it, in alternativa, se non fosse in vigore già per la notte di San Silvestro, la chiusura per i No Vax potrebbe partire subito a gennaio, probabilmente da lunedì 3 e durare almeno per tutto l’inverno. Si tratta anche di un modo, drastico, per spingere il maggior numero di persone a vaccinarsi.

Dritto e Rovescio, operatore sanitario: "in terapia intensiva sono tutti vaccinati"

Condividi