Obama: i repubblicani sono una minaccia per la democrazia

obama

Fra una settimana, il 2 Novembre lo stato della Virginia torna a votare per eleggere il proprio governatore. Sarà il primo, vero, test sulla popolarità della presidenza di Joe Biden. Le difficoltà di concretizzare il pacchetto di aiuti all’economia da tremila e cinquecento miliardi di dollari per l’opposizione di due senatori democratici moderati e la feroce opposizione di un partito repubblicano sempre più trumpiano; e poi le dimensioni della pandemia da Covid che non si lasciano ridurre con le vaccinazioni che non decollano, hanno pesantemente eroso la credibilità del presidente democratico che si era presentato alle elezioni come “pacificatore”.

Joe Biden aveva vinto in Virginia con 10 punti di vantaggio nel 2020 e i repubblicani non vincono le elezioni in quello stato dal 2009, ma il vantaggio del governatore uscente il democratico Terry McAuliffe nei sondaggi è sceso tanto che se la giocherà all’ultimo voto col repubblicano Glenn Youngkin.

Repubblicani minaccia per la democrazia

Ieri è tornato Barack Obama a dare una mano a McAuliffe (e a Biden). Di fronte a poche centinaia di giovani attivisti entusiasti, riuniti presso la Virginia Commonwealth University di Richmond, l’ex Presidente ha accusato i repubblicani di minacciare la democrazia, ha sostenuto che Yougkin taglierà le cattedre, ridurrà l’accesso all’aborto e sosterrà le richieste di Donald Trump che afferma che le elezioni presidenziali gli siano state rubate.

Obama, che rimane il democratico più popolare negli Stati Uniti cinque anni dopo aver lasciato la Casa Bianca, ha voluto galvanizzare gli elettori afroamericani, un elettorato chiave in questo stato del sud, in particolare nella regione di Richmond dove uno dei più simboli importanti del passato schiavista del paese, la statua del generale confederato Robert Lee, è stata danneggiata un mese fa. “Penso che qui in Virginia si dimostrerà al resto del Paese e al mondo che non asseconderemo i nostri peggiori istinti. Non torneremo a un passato che è stato così brutto” ha concluso nel suo comizio.  http://www.rainews.it

Condividi