Draghi: chi sta in questo governo deve riconoscere il successo dell’euro

“Il successo dell’euro” – Il premier Mario Draghi al Consiglio europeo: “Non c’è dubbio che questo governo sia europeista. L’adesione della Lega al governo è stata decisa sulla base, se io ricordo, di un discorso in Parlamento in cui ho ho detto: chi farà parte di questo governo deve rispettare il diritto dell’Unione, deve considerare il percorso che ci ha portato all’Euro un grande successo e tutto ciò che è successo dopo l’euro, con tutti i momenti di crisi di difficoltà, anch’esso un grande successo dell’Unione. Quello che dobbiamo fare è, come abbiamo sempre fatto, cercare di riparare le debolezze di questa costruzione, non distruggere la costruzione. E credo che nessuno lo voglia fare.”

Paolo Maddalena (Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale) spiega chi è Mario Draghi e perchè NON PUO’ essere né Presidente del Consiglio, né Presidente della Repubblica. Nè tanto meno può dare lezioni di senso civico.

Condividi

 

One thought on “Draghi: chi sta in questo governo deve riconoscere il successo dell’euro

  1. Ha ragione il Mario: il grande successo dell’euro? La Grecia, il Portogallo, Irlanda, Spagna e che dire dell’Italia? Chiamate Mortadella e sarete illuminati su quanto ha guadagnato, con l’euro, la grande Germania! Oggi, poi, questa grande moneta fabbricata dal nulla, da tipografie autorizzate, s’incazza contro la Polonia perchè non si mette prona all’Eurogermania e vuole punirla con sanzioni, taglio di aiuti, sempre con la solita moneta stampata dal nulla, chiamata Euro.

Comments are closed.