Roma, no green pass al Circo Massimo: la folla grida “Libertà”

no green pass al Circo Massimo

Al grido “libertà libertà” è cominciata la manifestazione no green pass al Circo Massimo a Roma

“Siamo con il fiato sul collo del nostro principale nemico: il governo. I sindacati erano scomparsi e sabato li abbiamo rivisti grazie a un gruppo di criminali. A abbiamo scoperto dove era la sede della Cgil. I sindacalisti ci hanno venduto a Brunetta”. Lo ha detto l’avvocato Edoardo Polacco, leader dell’associazione Sentinelle della costituzione. Intanto la folla continua a crescere e davanti al palco sono ormai migliaia i manifestanti.

cgil polizia

“Oggi l’Italia riparte grazie al green pass, possono ripartire anche gli altri Paesi ma riparte meglio chi sta più avanti con la vaccinazione” ha detto a “Timeline” su Sky Tg24, il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. Il diritto allo sciopero “va sempre difeso, ma in questa circostanza non riesco a comprenderlo. Non riesco a comprendere come mai c’è un’Italia in cui quasi l’80 per cento della popolazione generale è vaccinata con almeno una dose, quindi un Paese che vuole ripartire, con un rischio, nel senso buono della parola, di un boom economico come quello degli anni ’60, e i manifestanti “dicono di chiudere il porto perché vogliono che si tolga l’obbligo del green pass. E’ un controsenso.”

“Il senso dello Stato non è appartenenza politica, ma amore per la bandiera. Se non capiscono che è il momento per ripartire, che si può portare a casa degli italiani quello che non hanno avuto, compreso il sogno, la speranza, la ripresa, i soldi, allora mi chiedo: avete dentro di voi il senso dell’Italia, dello Stato? Perché il senso dello Stato ti fa anche dire obbedisco, perché c’è un bene superiore che è la collettività”, ha concluso. agezianova.com

No green pass al Circo Massimo

Condividi