Roma, incendio Ponte di Ferro partito dalle sterpaglie. Raggi: “piange il cuore”

incendio Ponte di Ferro

“Abbiamo sentito uno scoppio, la puzza di gomma bruciata e di gas. Subito è andata via la luce e siamo scesi in strada”. A raccontarlo dei condomini di un palazzo di riva Ostiense a pochi metri dal ponte dell’Industria, a Roma conosciuto come il ponte di Ferro, danneggiato dal rogo della scorsa notte. “Si sono sentite anche delle grida di aiuto venire dagli accampamenti lungo il Tevere – racconta un altro – poi abbiamo visto le fiamme. Pian piano abbiamo visto il rogo crescere e avvolgere il ponte”.

“La cosa più impressionante è stata l’impossibilità di agire davanti a un incendio che si propagava- racconta una condomina – probabilmente a causa del gas e dei cavi elettrici. Abbiamo visto l’incendio crescere sempre di più. Un rogo avvenuto a pochi metri dall’accademia dei vigili del fuoco e dalla sede dei sommozzatori”.

Mentre un altro abitante racconta: “E’ stata una serata terribile, le fiamme erano altissime. Ho avuto paura. Sotto al ponte ci sono le tubature del gas, il timore era che potesse saltare tutto in aria prima che chiudessero il gas”. E c’è chi ora pensa alle ripercussioni sulla vita di tutti i giorni. “Passavo su quel ponte tutti i giorni per andare a lavorare. Ora rimarremo così per anni. Sarà un disastro per chi abita qui”.

Le fiamme, secondo le prime ipotesi, sarebbero partite e alimentate dalle sterpaglie. L’incendio, sviluppato nella parte sottostante al ponte, si sarebbe poi propagato a cavi elettrici e alcune tubature del gas avvolgendo poi la struttura. Si attende la relazione tecnica dei vigili del fuoco per avere un quadro più preciso.

 Incendio Ponte di Ferro, indagano i carabinieri

Potrebbe riaprire tra mesi Il ponte potrebbe riaprire tra mesi e questo significherà pesanti ripercussioni sul traffico cittadino: la struttura infatti collega i due quartieri Marconi e Ostiense. Sul ponte, chiuso al transito da ieri notte e presidiato dalla polizia locale, è in corso in questa fase una prima verifica statica da parte dei vigili del fuoco. Verranno eseguiti anche complessi accertamenti sulla staticità dei metalli. Alle verifiche seguiranno poi i lavori di riadeguamento degli impianti e il ripristino delle parti crollate, ovvero le gallerie dei servizi.

La Procura attende informativa per avvio indagine

La Procura di Roma è in attesa di una prima informativa dalle forze dell’ordine in relazione all’incendio che questa notte ha danneggiato il Ponte dell’Industria, noto come ‘Ponte di ferro’. Dopo l’arrivo dell’incartamento i magistrati procederanno alla formale apertura del fascicolo di indagine. Le fiamme hanno interessatola zona del passaggio dei cavi e delle condotte del gas. Sul luogo sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri. L’indagine dovrà accertare l’origine dell’incendio che in poche ore ha avvolto l’intera struttura danneggiandola gravemente.

Raggi: “Ponte dell’Industria pezzo di storia, piange il cuore”

“Veramente piange il cuore a vederlo ridotto così. Il Ponte dell’Industria è un pezzo della storia di Roma”. Lo ha detto, in un video postato su Facebook, il sindaco di Roma, Virginia Raggi, che ieri sera ha fatto un sopralluogo sul Ponte. “Al momento – ha aggiunto il primo cittadino – sono interrotti tutti i servizi, acqua gas e luce e ringrazio i vigili e tutti quelli che stando lavorando in queste ore in condizioni di pericolo”.  www.rainews.it

Condividi