Covid, seconda dose di vaccino Janssen “per aumentare l’efficacia”

vaccino Janssen Johnson and Johnson australia

Vaccino Janseen: l’efficacia del vaccino Johnson & Johnson aumenta di una percentuale considerevole con la seconda dose. Il richiamo del vaccino J&J “ha generato un aumento degli anticorpi di 9 volte rispetto ai 28 giorni dopo la prima dose”, sottolinea sottolinea Johnson & Johnson in una nota. I dati provengono da due studi di fase 2 condotti negli Stati Uniti e in Europa su 2000 partecipanti in previsione della potenziale necessità di un richiamo. I dati sono stati presentati in pre-pubblicazione su ‘medRxiv’. A luglio l’azienda aveva rilasciato i dati provvisori, pubblicati su ‘New England Journal of Medicine’, che dimostravano una risposta immunitaria stabile per otto mesi dopo l’immunizzazione.

Vaccino Janssen protegge per 8 mesi

“Sappiamo che una singola dose del nostro vaccino genera risposte immunitarie forti e robuste che sono durevoli e persistenti per otto mesi – ha sottolineato Mathai Mammen, capo della Ricerca e Sviluppo di Janseen – Con questi nuovi dati stiamo vedendo che una dose di richiamo del vaccino ai partecipanti allo studio, che erano precedentemente immunizzati con il nostro vaccino, aumenta ulteriormente le risposte anticorpali”.

J&J sta dialogando con l’Fda, i Cdc e l’Ema sulla necessità di offrire una dose di richiamo del vaccino Janssen. “Non vediamo l’ora di discutere con i funzionari della sanità pubblica della potenziale strategia per il nostro vaccino monodose, pensando ad un richiamo dopo otto mesi dalla prima dose”.  adnkronos

Condividi