Sardine, amministrative: Santori si candida a Bologna

sardine cannabis

“Ho deciso di candidarmi alle prossime elezioni amministrative di Bologna e ci tengo a spiegare il senso di questa mia scelta, prima che venga svilito, falsato, infangato da chi lavora per far credere che la politica sia uno schifo, una melma, un tugurio di rozzi individui. Salvo poi favorirli davvero”. Così Mattia Santori, leader delle Sardine, in un post condiviso sulla pagina del movimento.

Santori si candida a Bologna

“Vi diranno che siamo schiavi del Pd, che gettiamo la maschera, che ci vendiamo per un posto in giunta. Chi lo dice – rimarca Santori – ha ruoli politici ottenuti non certo per etica, passione o abnegazione alla cosa pubblica; non si fa problemi a cambiare casacca in base ai sondaggi; usa il proprio profilo o la propria testata come gogna mediatica o fornace di fake news”.

“Due anni fa le neonate sardine spronavano i cittadini bolognesi a ‘stare vicino ai nostri politici’. Oggi le sardine diventano grandi e invitano i giovani a non avere paura di metterci la faccia, a qualsiasi livello. Perché la democrazia va curata anche dentro alle istituzioni. Del resto, candidarsi non è forse la più alta forma di mobilitazione politica?”, prosegue l’attivista, che sottolinea:

“Ecco che allora non si tratta di entrare nel Pd o in altri partiti, significa dare il proprio contributo alla coalizione guidata da Matteo Lepore, una coalizione che il 4 ottobre vuole vincere con un ampio margine per dare una sveglia al centrosinistra nazionale e dal 5 ottobre vuole dimostrare cosa significa amministrare quella che mira ad essere la città più progressista d’Italia. In un periodo storico in cui fare politica è un’onta e candidarsi è scandaloso io sono orgoglioso ed entusiasta di partecipare alla prossima campagna elettorale da candidato indipendente nella lista del Pd”. adnkronos

Condividi

 

2 thoughts on “Sardine, amministrative: Santori si candida a Bologna

  1. Prima questo fenomeno, prodotto mortadella, poi Letta che non sta sereno, insomma l’Italia in mano al meglio del meglio! Sentiamo già i benefici e la democrazia che incombono!

  2. Santori ha l’intelligenza (si nota dallo sguardo) le capacità, l’esperienza, non solo necessaria, ma più che sufficiente per governare la Capitale dei compagni: lo afferma il Partito ed il Partito ha sempre ragione… votatelo… ah ah ah ve lo meritate proprio.

Comments are closed.