Green pass, manifestanti a Milano: ‘lasciapassare fascista’

manifestanti a Milano 'lasciapassare fascista'

MILANO, 07 AGO – “Il Green pass è un lasciapassare fascista” – Il popolo no green pass è tornato a manifestare a Milano contro l’obbligo, in vigore da ieri, di esibire il certificato verde dell’avvenuta vaccinazione per sedersi all’interno di bar e ristoranti, entrare in palestra o nei musei. Sono migliaia le persone che anche questo sabato stanno marciando per le strade del centro di Milano in un corteo non autorizzato al grido di “no green pass” e “libertà, libertà”.

I manifestanti si sono ritrovati in piazza Fontana e hanno raggiunto piazza Scala dove si trova la sede del Comune di Milano. Molti manifestanti indossano la stella di David con la scritta “non vaccinato”.

”Il Green pass è un lasciapassare fascista”

“Qui non ci sono più parole da dire perché ormai il totalitarismo è in atto la nostra protesta dice più di mille parole – ha scandito al megafono uno dei portavoce del movimento -. Qui c’è democrazia, quella che non c’è in Parlamento e ci fa subire l’ ostracismo. Il Green pass è un lasciapassare fascista che non dà libertà”. Nel corso del corteo per le vie del centro i manifestanti scandiscono slogan contro i giornalisti, i virologi, il governo. “I giornalisti sono pagati per dire che le persone sono morte di Covid”, ha spiegato una manifestante. (ANSA)

Condividi