AstraZeneca, Lopalco: “Rapporto rischio – beneficio resta favorevole. Morte rara”

Lopalco Rapporto rischio / beneficio resta favorevole

“Difficile dare giudizi di superficialità. È una campagna vaccinale complicata. Bisogna ragionare secondo il principio del rischio/beneficio”, così l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco rispondendo alla domanda su Radio 24 se da parte di alcune regioni ci sia stata superficialità riguardo agli open day per i 18enni. La tragica morta della 18enne ligure a seguito di una trombosi ha riacceso i fari sul vaccino AstraZeneca.

Rapporto rischio – beneficio favorevole

“Sicuramente – aggiunge Lopalco – c’è stata scarsa chiarezza da parte degli enti regolatori. Ema comunque, quando ha licenziato il vaccino, ha detto che presenta il rapporto rischio – beneficio favorevole. Punto. Questo dai 18 in su. Poi ci sono quelle che sono le evidenze e a mano a mano che andiamo avanti la morte è un evento estremamente raro”.

Ma gli effetti positivi dei vaccini cominciano a vedersi: tutte le Regioni e le province autonome sono classificate a rischio basso tranne una, la Sardegna, a rischio moderato. È quando emerge dai dati contenuti nella bozza di monitoraggio settimanale sull’andamento dei casi di Covid, ora all’esame della cabina di regia. Scende ancora il valore medio nazionale dell’incidenza dei casi di Covid ogni 100 mila abitanti che passa a 26 rispetto al 32 della scorsa settimana. Fermo invece l’Rt nazionale allo stesso valore di 7 giorni fa: 0,68.  affaritaliani.it

Condividi