Usa, Carlson: 30 segnalazioni al giorno di persone morte dopo il vaccino

carlson vaccino

Tucker Carlson ha affermato che “circa 30 persone ogni giorno” muoiono dopo aver assunto un vaccino contro il coronavirus, scatenando il contraccolpo nella comunità scientifica. Il conduttore di Fox News ha espresso la sua rabbia per il fatto che il presidente Joe Biden abbia incoraggiato le persone a farsi vaccinare, dicendo che “la pressione sociale è enorme”.

Carlson ha detto che  le persone non sono state informate abbastanza sui potenziali rischi del vaccino ed ha ha quindi citato i dati del Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) , un sito gestito dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) che registra qualsiasi risposta avversa a un vaccino ed ha sottolineato che, secondo le statistiche VAERS, 3.362 persone sono morte dopo aver ricevuto un vaccino COVID negli Stati Uniti tra dicembre e il 23 aprile. “Si tratta di una media di circa 30 persone ogni giorno”, ha detto.

Ma gli operatori sanitari hanno affermato che egli travisa i dati VAERS. Hanno sottolineato che il database VAERS è pieno di dichiarazioni di non responsabilità, sottolineando che morire dopo aver ricevuto un vaccino non significa morire a causa di un vaccino.

Il CDC afferma che 148 milioni di americani sono stati vaccinati, con enormi benefici per la salute. Gli esperti hanno sottolineato che i rischi sono stati studiati e ritenuti minimi.

Tucker ha affermato che ci sono stati molti meno decessi segnalati dal VAERS dopo altri vaccini, come quello antinfluenzale, e ha suggerito che l’amministrazione democratica attualmente al potere deve indagare su ciò che stava accadendo.

persone morte dopo il vaccino

“I vaccini non sono pericolosi”, ha detto. “Non è un’ipotesi, lo sappiamo in modo abbastanza conclusivo dai numeri ufficiali.” Ma sono necessarie ulteriori indagini sui vaccini COVID. “È chiaro che ciò che sta accadendo ora, per qualsiasi motivo, non è nemmeno vicino alla normalità”, ha affermato.

‘Non è nemmeno vicino a quello che abbiamo visto negli anni precedenti con gli altri vaccini. “La maggior parte dei vaccini non è accusata di aver ucciso un gran numero di persone.”

Il CDC ha affermato: “I medici del CDC e della FDA esaminano ogni caso clinico di morte non appena notificato e il CDC richiede le cartelle cliniche per valutare ulteriormente i rapporti.
“Una revisione delle informazioni cliniche disponibili, inclusi certificati di morte, autopsia e cartelle cliniche, non ha rivelato alcuna prova che la vaccinazione abbia contribuito alla morte dei pazienti”.

Chiunque può caricare dati sul sito VAERS, il che significa che le sue conclusioni non sono necessariamente accurate.

Inoltre, il sito VAERS afferma che il sistema “non ha rilevato modelli di causa di morte che indicherebbero un problema di sicurezza con i vaccini COVID-19”. Gli operatori sanitari hanno sottolineato che Carlson non conosceva i dettagli dei decessi riportati. Le prime persone ad essere vaccinate sono state le persone anziane e più vulnerabili, che avevano maggiori probabilità di morire indipendentemente dal fatto che avessero o meno il vaccino.

La dottoressa Dana Mazo, assistente professore di medicina specializzata in malattie infettive presso il Mount Sinai Hospital di New York, ha detto a Reuters che è importante distinguere tra associazione e causalità quando si esaminano i casi di morte post-vaccino.

“L’idea è che stiamo vaccinando milioni di persone”, ha detto Mazo. “E, sfortunatamente, se guardi 96 milioni di persone, alcune di loro potrebbero morire, e sarebbero morte anche se non fossero state vaccinate.”

Il dottor Joël Belmin, capo della geriatria e coordinatore delle vaccinazioni presso l’hôpital Charles-Foix di Parigi, ha dichiarato in un discorso WebMD: ‘Nelle persone anziane, a causa della loro grande fragilità, è prevista una quantità significativa di mortalità spontanea. ‘In una casa di riposo, una persona su cinque muore ogni anno. È quindi difficile attribuire direttamente queste morti al fatto che queste persone sono state vaccinate “.

Il CDC stima che circa 1,3 milioni di dosi di vaccino COVID-19 siano state somministrate ai residenti nelle strutture di assistenza a lungo termine a partire dal 18 gennaio. In confronto, in quel lasso di tempo VAERS aveva ricevuto 129 segnalazioni di decessi a seguito della vaccinazione COVID-19 in residenti in strutture di assistenza a lungo termine.

Il dottor Gregg Montalto, un pediatra con sede a Chicago, ha affermato che Carlson non riusciva a porre domande statistiche di base.

Il dottor Craig Spencer, un medico di pronto soccorso con sede a New York, ha descritto le conclusioni di Carlson come “pura, assoluta stupidità”.

Ha sottolineato che il tasso di mortalità da COVID stava precipitando durante la campagna di vaccinazione e ha detto: ‘Alcuni di loro sono morti il ​​giorno prima di essere vaccinati? Sì.’

https://www.msn.com

Condividi