Muore dopo il vaccino, 4 medici indagati

vaccino Emorragia cerebrale trombosi

Una donna è morta poche ore dopo la prima dose di vaccino e la Procura ha aperto un’inchiesta.
4 medici indagati: il medico che ha somministrato la dose e altri tre camici bianchi in servizio presso l’ospedale di Gallipoli con l’accusa di responsabilità colposa per morte in ambito sanitario. Nella mattinata di venerdì 21 maggio, la salma di Consiglia Valentini, una ultraottantenne di Aradeo, è stata riesumata dal cimitero e il medico legale Ermengildo Colosimo ha eseguito l’autopsia alla presenza degli avvocati delle parti e del consulente Vincenzo Garzia.

Come riporta il corrieresalentino.it, il decesso risale a circa un mese e mezzo fa. L’anziana, con diverse patologie, si era sottoposta alla prima dose di vaccino della casa farmaceutica Pfizer raggiungendo un hub allestito in paese dove le è stato somministrato il siero. A distanza di poche ore l’ultraottantenne ha iniziato ad accusare i primi sintomi: debolezza, spossatezza, dolori articolari. In breve, le condizioni di salute si sono aggravate. E la donna è stata accompagnata in ospedale dove è stata presa in consegna dai medici del pronto soccorso. Purtroppo, però, l’anziana è deceduta poco dopo.

A distanza di tempo, sulla scorta della denuncia presentata dai familiari della vittima, la pm Donatina Buffelli ha aperto un fascicolo d’indagine procedendo con l’iscrizione nel registro degli indagati dei quattro medici. Un atto dovuto in attesa degli esiti della consulenza medico legale.

Sessanta giorni di tempo per rispondere ai quesiti formulati dalla pm e accertare l’eventuale nesso tra il decesso e la somministrazione del vaccino e possibili responsabilità dei medici che hanno preso in consegna la paziente. O se si debba parlare di una tragedia senza colpevoli.

Condividi