Usa, 16enne armata di coltello uccisa dalla polizia

16enne uccisa dalla polizia

Una ragazza afroamericana di 16 anni è stata uccisa dalla polizia a Columbus . L’ennesimo episodio che vede un poliziotto sparare e uccidere un nero negli Stati uniti: è successo a Columbus capitale dell’Ohio, a morire una ragazza di sedici anni. Aveva un coltello. Un’altra tragedia accaduta appena venti minuti prima che a Minneapolis la sentenza del tribunale condannasse l’ex poliziotto Derek Chauvin, per la morte nel maggio scorso dell‘afroamericano George Floyd.

Anche queste sono immagini dalla body cam dell’agente che ha sparato, immediatamente rilasciate dalla polizia di Columbus. La vittima, Ma’Khia Bryant, viveva in una casa famiglia e avrebbe aggredito un’altra ospite che ha chiamato le forze dell’ordine.

Uccisa dalla polizia

Di fronte alla resistenza della ragazza, che dà in escandescenze anche quando arrivano gli agenti, inspiegabilmente un poliziotto spara. Inutili i tentativi degli altri di rianimare la ragazza; è arrivata morta in ospedale, lasciando attonita tutta quella parte d’America che aveva festeggiato per la condanna nel caso Floyd. askanews

Condividi