Ilaria Capua: “Parlo da scienziata. Riaperture dipendono da campagna vaccinale”

Ilaria Capua scienziata

“Il virus circola ancora in maniera attiva nella popolazione e manda la gente in ospedale”. Così Ilaria Capua a L’aria che tira su La 7. Si parla di aperture de delle manifestazioni dei commercianti e anche dell’andamento delle vittime del coronavirus. “Io parlo solo da scienziata purtroppo le chiusure vengono applicate perché bisogna ridurre la pressione sugli ospedali. Le riaperture dovranno essere concordate sulla base dell’andamento della campagna vaccinale, quando saranno vaccinate il 70 per cento delle persone anziane a quel punto si potrà pensare di riaprire”, spiega alla conduttrice Myrta Merlino.

Il virus sta ancora circolando, “e manda la gente in ospedale, per questo dobbiamo garantire una protezione alle persone anziane”. Ilaria Capua dà colpa alle carenze della campagna di vaccinazione: “la campagna di vaccinazioni andava messa in pratica con dei criteri chiari e soprattutto quei criteri dovevano essere rispettati a questo punto non avremmo avuto così tanti morti”, spiega la Capua. “Il 98 per certo delle persone che sono morte appartengono alla fascia della terza età e sono loro quelli che rischiano di perdere la vita quindi il vaccino deve andare a loro in maniera prioritaria”, chiarisce la virologa.

Ilaria Capua elogia il Regno Unito

“Loro sono stati bravi a recuperare una situazione grave si trovavano in una condizione peggio della nostra ma hanno rischiato anche nella gestione dei vaccini dilatando l’intervallo tra la prima e seconda dose. Dobbiamo seguire il loro esempio”. E sul vaccino AstraZeneca spiega che, “si è fatta troppa confusione, le persone non capiscono più niente. Nel percorso di gestione di un farmaco nuovo ci possono essere delle incertezze ma sono stati commessi molti errori”. conclude la virologa.  www.liberoquotidiano.it

Gelmini: “Chi vaccinerà di più riaprirà prima”

Covid, Speranza: “le restrizioni restano fino a numero sufficiente di vaccinazioni”

Condividi