AstraZeneca, Fauci: la società ha fornito dati fuorvianti

Fauci astrazeneca

La società AstraZeneca potrebbe aver utilizzato dati “obsoleti” negli studi clinici negli Stati Uniti sul vaccino contro il Covid-19 fornendo una visione “incompleta” dell’efficacia, ha affermato la principale agenzia statunitense sulle malattie infettive guidata da Anthony Fauci. Il gruppo di esperti ha espresso “preoccupazione per il fatto che AstraZeneca possa aver utilizzato informazioni obsolete in questo studio, il che potrebbe aver portato a una stima incompleta dell’efficacia del vaccino, afferma l’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID).

“Esortiamo l’azienda a collaborare con il Data and Safety Monitoring Board (DSMB) per esaminare i dati di efficacia e garantire che i dati sull’efficacia più accurati e aggiornati siano resi pubblici il più rapidamente possibile”, ha affermato il gruppo. Fauci: “Probabilmente il AstraZeneca è  buono ma la società ha fornito dati fuorvianti”. Lo sostiene il dottor Anthony Fauci dopo che una commissione indipendente ha sollevato dubbi sull’attendibilità delle informazioni fornite agli Stati Uniti.

“Questo è probabilmente un ottimo vaccino”, ha detto alla ABC News il principale consigliere della Casa Bianca sulla pandemia. Ma il comitato di monitoraggio dei dati e della sicurezza “si è preoccupato” del fatto che i dati forniti da AstraZeneca “fossero in qualche modo obsoleti e potrebbero in effetti essere un po’ ‘fuorvianti”, ha aggiunto.

L’azienda: entro 48 ore dati più aggiornati –  “I numeri pubblicati ieri si basavano su un’analisi ad interim prestabilita con cut-off dei dati del 17 febbraio. Abbiamo esaminato la valutazione preliminare dell’analisi primaria e i risultati erano coerenti con l’analisi ad interim. Stiamo ora completando la convalida dell’analisi statistica”. Così in una nota AstraZeneca in riferimento alle polemiche di oggi sui dati del trial clinico di fase III portato avanti negli Stati Uniti. “Ci impegneremo immediatamente con il comitato di monitoraggio della sicurezza dei dati (Dsmb) indipendente per condividere la nostra analisi primaria con i dati più aggiornati sull’efficacia – aggiunge l’azienda – Intendiamo pubblicare i risultati dell’analisi primaria entro 48 ore”.

Immunologa Viola: “Usa contestano dati AstraZeneca, altra pessima figura” – “Ieri avevamo riportato il comunicato ufficiale di AstraZeneca sullo studio in Usa, Cile e Perù, sottolineando che però prima di trarre conclusioni bisognava vedere i dati. Oggi i dati non li abbiamo, ma arriva una nota molto preoccupante dai colleghi degli Usa che hanno valutato lo studio: sostengono che l’annuncio dell’azienda sia stato inopportuno e basato su dati non analizzati nel modo corretto. E chiedono di rivedere i risultati con i dati giusti”. Lo sottolinea, in un post su Facebook, l’immunologa dell’università di Padova, Antonella Viola, riportando l’ennesima ‘doccia fredda’ sul vaccino. “Un’altra pessima figura per questa azienda, che in termini di comunicazione le ha sbagliate davvero tutte”, commenta Viola.  http://www.rainews.it

Condividi