Vaccini, Burioni contro la Gallina

Israele ha pagato i vaccini il doppio e ora ne ha in abbondanza”: il virologo Roberto Burioni torna ad attaccare l’Unione europea per la gestione delle vaccinazioni. L’ha fatto anche ieri con un tweet contro la negoziatrice europea per l’acquisto dei vaccini, Sandra Gallina, sulla quale ha avanzato delle riserve in merito alle competenze. Adesso il docente all’Università San Raffaele di Milano dice la sua in merito alla campagna acquisti.

“Ringraziamo l’Unione Europea per avere utilizzato con parsimonia il denaro delle nostre tasse evitando inutili sprechi, come l’acquisto di un vaccino salvavita”, si è lamentato sui suoi social Burioni, che poi ha continuato a lodare il Paese guidato da Benjamin Netanyahu, mostrando dei grafici sui risultati ottenuti con la massiccia campagna vaccinale portata avanti in Israele.

“Che spreconi questi israeliani a pagare il vaccino il doppio di quanto l’ha pagato l’Unione Europea. Che privilegio essere cittadini Eu – ha continuato ironicamente il virologo in una serie di post su Twitter -. Dobbiamo dire grazie ai tedeschi che hanno anticipato i soldi, altrimenti l’ordine Eu di vaccini neanche partiva, mentre i cittadini europei morivano (e muoiono) a migliaia. Roba da matti. Tutto questo fa piangere il cuore di un ultras europeista come me”.

www.liberoquotidiano.it

Condividi