Brindisi: aggredita da migrante, operatrice in ospedale

BRINDISI – ”Non siamo più disposti a sopportare quello che è successo nella mattinata di oggi domenica 7 febbraio nel Centro Cara di Restinco dove un’operatrice è stata aggredita e malmenata da un ospite della struttura e in questo momento la sfortunata si trova presso il Pronto Soccorso del Perrino di Brindisi”. Lo affermano i consiglieri comunali Umberto Ribezzi ed Ercole Saponaro.

“È ora di dire basta a questa situazione incredibile e pericolosa – aggiungono – che vede gli operatori non solo mortificati e umiliati per le condizioni determinate dal nuovo appalto, meno ore, mancanza di qualunque protezione di sicurezza individuale, situazione di lavoro pessime, ma anche esposti all’ incolumità personale visti i continui e molte volte sottaciuti casi di aggressione. Prefettura e Questura con le loro massime figure Istituzionali intervengano senza se e senza ma, per il ripristino delle condizioni di legalità e sicurezza, allontanino dal Centro Cara chiunque alimenti tensioni nei confronti delle Istituzioni. Si faccia presto prima che succeda l’irreparabile, nessuno può essere complice di ciò che sta accadendo e che per la negligenza, l’oscurantismo di molti sta mettendo a repentaglio la vita degli operatori”.

www.brindisioggi.it

Condividi