Vaccini, eurodeputati si ricordano di chiedere “piena trasparenza sui contratti”

Gli eurodeputati hanno espresso ampio sostegno all’approccio comune dell’Unione europea nella lotta contro la pandemia e hanno chiesto la piena trasparenza sui contratti e il dispiegamento dei vaccini Covid-19. Nella discussione in plenaria oggi, gli eurodeputati hanno avuto uno scambio di opinioni con Ana Paula Zacarias, Segretario di Stato portoghese per gli Affari europei, a nome della Presidenza portoghese del Consiglio, e Stella Kyriakides, Commissario Ue per la salute e la sicurezza alimentare. Un’ampia maggioranza dei deputati intervenuti ha sostenuto l’approccio unitario dell’Ue che ha garantito un rapido sviluppo dei vaccini e ne ha assicurato l’accesso a tutti i cittadini europei.

Allo stesso tempo, i deputati hanno deplorato quello che hanno definito “nazionalismo sanitario”, come ad esempio i presunti contratti paralleli firmati da alcuni Stati membri o i tentativi di superare la concorrenza di altri paesi. Perché la strategia per affrontare la pandemia sia un successo, l’Ue deve rispondere con unità e solidarietà, con tutti i livelli di governo che lavorano insieme.

Gli eurodeputati hanno inoltre chiesto piena trasparenza sui termini dei contratti, che coinvolgono il denaro pubblico, tra l’Ue e le aziende farmaceutiche. Le recenti concessioni della Commissione europea, che hanno permesso ai deputati di consultare un contratto incompleto, sono state ritenute insufficienti. I deputati hanno infatti ribadito che solo la piena trasparenza può aiutare a combattere la disinformazione e a creare fiducia nelle campagne di vaccinazione in tutta Europa.  ANSA EUROPA

Vaccini, contratto UE pieno di ‘omissis’: nascosti persino costi e responsabilità dei danni.
(Volete mettere la salute in mano agli eurocrati? Auguri, eh!)

Vaccini, contratto UE pieno di ‘omissis’: nascosti costi e responsabilità dei danni

Condividi