Coronavirus, indagine Oms in Cina: niente Ok di Pechino

L’equipe di scienziati dell’Oms è partita alla volta della Cina per investigare sulle origini del Covid-19, ma senza aver ottenuto ancora il via libera di Pechino. Lo annuncia il direttore dell’Oms, Tedros Ghebreyesus, spiegando di essere “molto deluso” dal mancato ok delle autorità cinesi. “Sono stato in contatto con alti funzionari di Pechino e ho chiarito che la missione è una priorità per l’Oms”, aggiunge.

“Ci auguriamo che le autorizzazioni per i nostri team di esperti non siano ancora arrivati per motivi logistici. E’ molto frustrante”. Lo ha detto il capo per l’emergenze dell’Oms, Mike Ryan, nel consueto briefing sul coronavirus sottolineando che il direttore generale ha parlato con funzionari cinesi “premendo con forza” affinché i permessi siano rilasciati il prima possibile. (ANSA).

Coronavirus, la Cina dona 2 miliardi di dollari all’Oms

Coronavirus, la Cina dona 2 miliardi di dollari all’Oms

Condividi