Burioni: “vaccinarsi è gesto di responsabilità civile”

“Chi pretende di non vaccinarsi chiede la libertà di fare del male ai più deboli e ai più sfortunati”. E’ la lezione del professor Roberto Burioni sull’immunità di gregge a Che tempo che fa. Il virologo (allergologo, ndr) si sofferma a lungo sugli effetti protettivi delle vaccinazioni di massa proprio mentre entra nella fase conclusiva l’iter dei vaccini contro il coronavirus.

Il 10 dicembre la FDA negli Stati Uniti si riunirà per approvare il vaccino Pfizer.

“Vaccinarsi non è un atto di protezione individuale, come mettersi il casco in moto o allacciarsi la cintura quando si va in auto. Vaccinarsi è un gesto di responsabilità civile, che rende la nostra comunità più sicura e che difende i più deboli e i più sfortunati”, dice Burioni. (adnkronos)

Domanda alla Gismondo: ‘si vaccinerebbe a gennaio?’. Risposta: “No!”

Domanda secca alla virologa Gismondo: “Si vaccinerebbe per Covid con le dosi di gennaio?” Risposta secca: “No!” Domanda secca alla virologa Gismondo: "Si vaccinerebbe per Covid con le dosi di gennaio?" Risposta secca: "No!" https://t.co/kJWQdnGGHv pic.twitter.com/wHAA4QMPs2 — RadioSavana (@RadioSavana) November 27, 2020

Sileri: “non mi vaccinerò a gennaio, prima le persone a rischio”

”dobbiamo aspettare l’ente certificatore che dia l’ok, poi che i vaccini arrivino e arriveranno in maniera scaglionata; il nostro piano

Caos vaccini, British Medical Journal li demolisce: non c’è prova che funzionino

Il British Medical Journal, una delle riviste più prestigiose del mondo, insieme a Lancet, fa a pezzi i vaccini antiCovid, almeno per quello che sono oggi

Garattini: “Pasticcio sui vaccini, errori nei dosaggi”

”opportuno iniziare magari le vaccinazioni un mese dopo avendo in mano tutti i dati, che un mese prima con qualche incertezza”

Condividi