Recovery fund, Gentiloni: c’è tempo per presentare piani nazionali

“No, non credo che ci sia una irritazione o delusione da parte della Commissione UE sui tempi di presentazione del Piano italiano”, ha detto Gentiloni rispondendo a un giornalista durante la videoconferenza stampa per la presentazione del pacchetto d’autunno del “Semestre europeo”, oggi a Bruxelles.”Siamo in una fase – ha continuato il commissario – in cui soltanto sei o sette paesi hanno presentato, in forma molto iniziale, i loro piani.”

“Noi semplicemente – ha spiegato – incoraggiamo i paesi a presentarli, anche in forma preliminare, perché questo aiuta il dialogo fra i governi e gli uffici della commissione per risolvere problemi, affinare questioni che devono essere precisate; quindi penso che sia utile farlo in tempi ravvicinati. Ma non ci sono particolari scadenze, né tanto meno particolari irritazioni”.

“Posso dire, tra l’altro – ha aggiunto Gentiloni -, che il dialogo con le direzioni generali e i servizi della Commissione che lavorano su questo va avanti anche senza l’arrivo dei piani nazionali; cioè ci sono contatti frequenti con i governi che ancora non hanno presentato i loro piani, oltre ad esserci contatti formali con i governi che li hanno presentati”, ha concluso. (ASKANEWS)

Veto su Recovery fund, Slovenia si schiera con Ungheria e Polonia

Il primo ministro sloveno ha annunciato il suo sostegno al veto di Ungheria e Polonia sul Recovery Plan

Recovery Fund, veto di Polonia e Ungheria su bilancio UE

Gli ambasciatori di Polonia e Ungheria hanno posto il veto bloccando al Consiglio anche l’accordo raggiunto sul Bilancio Ue 2021-2027. Secondo quanto scrive su Twitter il portavoce della presidenza di turno tedesca, Sebastian Fischer, “i due Stati membri hanno espresso la loro opposizione rispetto ad un elemento del pacchetto, (la condizionalita’ sullo stato di diritto,…

Condividi

 

Secured By miniOrange