Migranti, oltre 100 tunisini sbarcano nell’Agrigentino

Sbarco “fantasma” a Torre Salsa: 30 i tunisini bloccati ma in fuga ve ne sono ancora 70. Ore 13,30. Sono 30 i migranti – tutti tunisini – che si trovano al momento ospiti della tensostruttura di Porto Empedocle. Fra loro anche 5 o 6 minori. Sono stati rintracciati, dopo ore ed ore di ricerche, da parte delle forze dell’ordine che hanno setacciato – e continuano a farlo – l’intero comprensorio di Torre Salsa: fra Siculiana Marina e Montallegro.

Le ricerche, da parte di Guardia di finanza, polizia e carabinieri vanno avanti. E sono meticolose e capillari anche perché su quel barcone approdato durante la notte pare che ci fossero un centinaio di persone. Al momento, dunque, mancano all’appello qualcosa come una settantina di migranti.

Le perlustrazioni si stanno, adesso, allargando a macchia d’olio. Ore 10. Non solo Seccagrande, ma anche uno dei “tradizionali” punti d’approdo della costa Agrigentina: ossia Torre Salsa. Stanotte, un barchino – carico di migranti – è riuscito ad arrivare sull’arenile. Tutti i nordafricani a bordo, a gambe levate, hanno provato a disperdersi. Le ricerche, immediatamente avviate, hanno permesso di rintracciare – almeno per il momento – una decina di persone proprio nella zona di Torre Salsa. Ma non è finita perché Guardia di finanza, carabinieri e polizia stanno continuando a perlustrare, allargando a macchia d’olio la presenza delle pattuglie.

Sbarco “fantasma” a Seccagrande, i carabinieri bloccano i migranti – Pare che il barchino, ieri, fosse stato avvistato e fino ad un certo punto forse anche scortato. La “carretta”, durante la notte, è riuscita però ad arrivare sulla costa e, come sempre avviene in casi del genere, il gruppo di extracomunitari si è rapidamente allontanato. Grosso modo era accaduta la stessa cosa circa 24 ore prima, ma a Seccagrande. I carabinieri della tenenza di Ribera, in quel caso, sono riusciti – dopo ore ed ore di ricerche – a bloccare complessivamente 11 profughi.

www.agrigentonotizie.it

Tunisia: non si trovano braccianti per la raccolta delle olive

Un agricoltore con diversi ettari di oliveti ha lanciato questo giovedì, attraverso la stampa, un grido di angoscia, assicurando che si aspetta un raccolto record quest’anno, ma dispera di trovare lavoratori per la raccolta delle olive, mentre offre loro 40 DT al giorno, oltre ai pasti. Dopo aver colorato i marciapiedi delle strade, i giovani…

scafisti barcone
Tunisia: migranti su barcone minacciano Guardia costiera con i coltelli

ROMA –  Alcuni clandestini partiti dalla Tunisia, dopo una vera e propria battaglia navale con la Guardia costiera, sono stati riportati indietro con la forza. In 110 erano partiti nella notte di venerdi dalle coste di Sfax verso l’Italia. Ci sono volute otto motovedette della Guardia costiera tunisina per fermare il peschereccio con a bordo…

I clandestini che partono dalla Tunisia lasciano il lavoro fisso e sono benestanti

Interessante reportage del sito tunisino Nawaat dalla città di Zarzis, “capitale” dei barchini clandestini verso l’Italia. Viene intervistato il presidente di una associazione sportiva giovanile del posto, disperato perché dei 30 suoi giocatori, 10 se ne sono andati in Europa: non partono perché “fuggono dalla fame o dalla povertà”, molti hanno un lavoro fisso e…

Condividi