Nessuno sapeva niente? Corte d’Appello ha scarcerato figlio e nipoti del boss per i funerali

Un permesso straordinario firmato dal presidente della prima sezione della Corte d’Appello Giorgio Maria Rossi e trasmesso alla tenenza dei carabinieri di Ciampino. Oggetto: consentire ad Antonio Casamonica, figlio di Vittorio,  che è agli arresti domiciliari –  di partecipare ai funerali del padre.

casamonica-permessi

Come scrive il corriere, l’istanza, inoltrata alla Corte dal suo avvocato, Mario Giraldi, il giorno 19 agosto, viene accolta. I magistrati autorizzano «l’imputato ad allontanarsi dalla propria abitazione»  per assistere alla cerimonia funebre. La notifica viene trasmessa alla tenenza di Ciampino, comune  in cui dimora il figlio del capoclan. Dunque a questo punto anche i carabinieri erano stati ufficialmente informati degli imminenti funerali.

I Rom Casamonica difendono lo zio su facebook e attaccano “Razzisti!”

Nipote del boss Casamonica ad Alfano: “non siamo mafiosi, la politica non giudichi”

Scarcerati anche i nipoti

Ma non è tutto. Al mattino del 20, circa un’ora prima dell’avvio del corteo funebre, il presidente della sezione Rossi firma inoltre un altro permesso, questo per i coniugi Consilio e Loreta Casamonica, nipoti di Vittorio e anch’essi ai domiciliari. L’istanza viene inoltrata dall’avvocato Andrea Palmiero e viene accolta. Il permesso urgente viene inoltrato alla stazione dei carabinieri di Tor Vergata e al commissariato di zona. La coppia può così dare l’ultimo saluto al boss.

Condividi