Ricchi musulmani criticano l’Italia: non è “muslim friendly”

sceicchi

 

26 NOV – Sono giovani, colti, tecnologici e ricchi. Viaggiano 12 mesi l’anno e l’Italia è uno dei Paesi in cima ai loro desideri anche perché, se non bastassero Colosseo e shopping di lusso, a Roma c’è la più grande moschea d’Europa. Ma lamentano l’assenza di servizi a loro dedicati, in particolar modo la possibilità di cibarsi secondo la loro regola alimentare Halal, e per questo snobbano il Belpaese. L’identikit del “turista musulmano” emerge alla presentazione del progetto “Italia Bayti”. ansa

Condividi

 

3 thoughts on “Ricchi musulmani criticano l’Italia: non è “muslim friendly”

  1. Invece i Paesi dove vige l’islamismo sono Christian friendly,in particolar modo Arabia saudita, qatar, yemen, pakistan,iraq ecc.Fate bene a non venire in Italia, ragazzi,ci fate un’immenso piacere !

  2. Ohhhh che peccato, ce ne faremo una ragione…..fermo restando che a noi poco interessa la loro cucina!!!!

Comments are closed.