Immigrati: appello del patriarca di Venezia ad accogliere profughi

moragliaVenezia, 22 gen 2014 – Forte appello del patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, ai sindaci e alle altre autorita’, perche’ accolgano i profughi da Lampedusa. ”Comprendo le difficolta’ e anche le obiezioni sollevate da parecchi sindaci del nostro territorio – ammette il patriarca dalle pagine del Corriere del Veneto -.

So bene che certe zone e popolazioni sono gia’ da tempo sotto pressione o hanno vissuto esperienze non sempre positive, anche in un recente passato. Problemi o complicazioni di carattere finanziario e normativo non sono di poco conto e non vanno sottovalutati”. ”Siamo, pero’, di fronte a persone in grave difficolta’ che chiedono d’essere accolte e aiutate a risollevarsi – insiste Moraglia -. E sappiamo, d’altronde, che nessuno lascia il proprio Paese volentieri; me lo ha ricordato, con tutta la forza della sua testimonianza, una giovane donna incontrata all’inizio dell’anno nel carcere della Giudecca”.

Per mons. Moraglia, ”soprattutto la politica, nelle sue diverse articolazioni, e’ chiamata a farsi carico dei problemi, senza sfuggirli, soprattutto per quello che riguarda il tempo del ‘dopo accoglienza’ che richiede serie politiche europee e nazionali per una vera integrazione e l’inserimento reale nel tessuto sociale del nostro continente”. E, in ogni caso, ”l’immigrazione non deve piu’ essere considerata solamente un problema italiano”. asca

Condividi

 

3 thoughts on “Immigrati: appello del patriarca di Venezia ad accogliere profughi

  1. Ma perchè non li ospiti tu? E’ facile parlare, devi anche operare materialmente e non solo dire delle stronzate.

  2. Caro Mons. Francesco, anch’io come molti italiani hanno lasciato la propria terra, ma non per guerra ma per necessità…
    Se i sindaci devo aprire le porte, io proporrei il contrario, le porte le aprisse il Vaticano!!!
    Il detto dice: il bue dice cornuto all’asino

Comments are closed.