Un altro passo avanti per la Turchia in Europa

6 dic – La roadmap sulla liberalizzazione dei visti per la Turchia nell’area di Schengen ”e’ pronta e sara’ consegnata alle autorita’ turche, una volta firmato l’accordo di riammissione”.

Turchia: Erdogan, seguiremo le orme dei sultani ottomani

Turchia: abolito il divieto al velo nello sport

Turchia, islamizzazione: “Erdogan inizia con il velo e finira’ con il burqa”

Turchia: revocato divieto di velo a scuola

Questa la posizione espressa oggi da Michele Cercone, portavoce del commissario Ue agli affari interni, Cecilia Malmstrom, rispondendo alle domande dei giornalisti a Bruxelles, ricordando come il Consiglio Ue abbia deciso che ”il dialogo sui visti con la Turchia cammina in parallelo con l’accordo di riammissione’‘.

Continua cosi’ il braccio di ferro fra Ue e Turchia su chi fara’ la prima mossa nella partita sul dossier visti e immigrazione. Bruxelles vuole discutere delle condizioni per aprire la porta ai cittadini turchi a patto che Ankara si assuma prima l’impegno dell’accordo di riammissione, mentre il governo turco finora ha sempre espresso la volonta’ di firmare l’intesa, ma solo dopo aver aperto il dialogo sui visti.

L’accordo di riammissione fra Ue e Turchia, gia’ siglato a giugno di quest’anno dai negoziatori della Commissione europea e di Ankara, e’ quindi gia’ concordato. L’intesa prevede che la Turchia accetti di riprendere sia i clandestini di cittadinanza turca sia quelli provenienti da paesi terzi ed entrati illegalmente nella Ue tramite il suo territorio, una volta espulsi dall’Unione. Un passo importante non solo per le relazioni bilaterali, ma anche per la gestione dei flussi di immigrati irregolari, perche’ il 90% di quanti arrivano illegalmente nell’Ue passano soprattutto dalla Grecia, dal suo confine con la Turchia.(ANSAmed).

Condividi