Nel 2011 dall’Italia 5,1 mln di dollari per la lotta all’Aids. Ong: sono pochi

1 DIC – Con 5,1 milioni di dollari di aiuti bilaterali donati nel 2011, l’Italia è il donatore meno generoso nella campagna internazionale di lotta all’Aids tra i paesi G7; inoltre, non contribuisce al finanziamento dell’Unitaid, né ad altri canali di finanziamento alternativi, e negli ultimi tre anni si è classificata ultima nella classifica dei donatori G7 per contributo pro capite sulla base del reddito nazionale lordo.

Tagli posti letto ospedale, piu’ colpite Lombardia, Emilia e Lazio

Toglie i fondi ai malati Sla e piange: le (ennesime) lacrime di coccodrillo della Fornero

Al policlinico Gemelli taglio da 29 mln di euro “Chiudiamo neonatologia”

Allarme degli oncologi: cure a rischio con i nuovi tagli

Lo afferma, alla vigilia della giornata mondiale della lotta all’Aids, un rapporto pubblicato a Bruxelles da One, un’organizzazione (www.ONE.org) che conduce una campagna militante contro la povertà estrema e le malattie prevenibili nel mondo e in particolare in Africa.

I 5.1 milioni di dollari che l’Italia ha dato nel 2011 attraverso i canali bilaterali hanno finanziato soprattutto programmi di rafforzamento dei sistemi sanitari e le organizzazioni che lavorano nel settore. tmnews

Condividi