Brexit: in Gb tasso disoccupazione al 3,8% e aumento dei salari

Condividi

 

LONDRA – L’economia britannica ha creato posti di lavoro a un ritmo molto elevato nel quarto trimestre 2019, grazie ai forti vantaggi offerti dalla Brexit. Il numero di occupati e’ cresciuto di oltre 180.000 unita’, sopra le previsioni, lasciando il tasso di disoccupazione al 3,8%, al minimo da quattro anni, secondo quanto riferito dall’Office for National Statistics.

Il salto e’ avvenuto in un trimestre caratterizzato dalla seconda scadenza per la Brexit e dalle elezioni volute dal primo ministro Boris Johnson per rompere lo stallo parlamentare. Rettificate per l’inflazione, le retribuzioni sono salite al di sopra del picco pre-crisi raggiunto nel 2008. Le retribuzioni sono in aumento del 3,2% su anno (dal 2,9%) e i salari inclusi i bonus sono rallentati al 2,9% dal 3,2%, il piu’ lento dal 2018, ma pur tuttavia si tratta dell’aumento salariale più alto d’Europa. (il nord)

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a ImolaOggi
Armando Manocchia risponde
ai professionisti della mistificazione


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -