Brexit, Francia minaccia GB: “vi tagliamo la luce”

macron brexit

Dopo la Brexit, Francia e Regno Unito sono ormai ai ferri corti per la pesca nelle acque dell’isola britannica di Jersey, nel Canale della Manica. Parigi, ha tuonato la ministra del mare, Annick Girardin, è pronta a varare “misure ritorsive” dopo che il Regno Unito ha pubblicato una lista di 41 imbarcazioni autorizzate a pescare. Con l’entrata in vigore dell’accordo sulla Brexit, dal primo gennaio di quest’anno non è più valida l’intesa sottoscritta nel 2004 tra i pescatori bretoni, normanni e inglesi per spartirsi la zona di pesca delle isole del Canale della Manica, in particolare dell’isola di Jersey.

Azioni ritorsive dopo la Brexit

Oltre alla lista, sottolinea il dicastero di Girardin, il Regno Unito ha precisato anche il numero di giorni che possono passare in acqua i pescatori e con quali strumenti. Le azioni ritorsive, ha precisato la ministra, sarebbero prese nei confronti di Jersey qualora le restrizioni per i pescatori francesi non fossero cancellate.

“Siamo pronti ad adottarle”, ha affermato durante il question time all’Assemblea Nazionale, alludendo a una possibile interruzione del trasporto di elettricità dalla Francia via cavo sottomarino.  www.rainews.it

Condividi