Migranti, Unhcr alla UE: velocizzare procedure di protezione internazionale

BRUXELLES – Riforma del sistema di asilo, rilancio del supporto finanziario a favore dei Paesi che accolgono migranti, condivisione delle responsabilità con gli Stati Ue che ricevono un numero sproporzionato di domande di asilo: sono le raccomandazioni dell’Unhcr all’Ue, affinché “il 2020 sia l’anno del cambiamento per la protezione dei rifugiati”.

Per l’agenzia Onu “è necessario istituire procedure di asilo eque e snelle” per “determinare in tempi rapidi quali persone abbiano diritto alla protezione internazionale”, e a quanti possono beneficiare “dovrebbe essere riconosciuto rapidamente lo status di rifugiato e garantito sostegno per integrarsi”. Invece alle persone che non soddisfano i criteri per la protezione “dovrebbe essere assicurata assistenza per fare ritorno nel proprio Paese”.

L’Unhcr invita inoltre la Ue a “far avanzare i lavori per realizzare un meccanismo di solidarietà effettivo, anche mediante accordi per i ricollocamenti, dando priorità all’unità familiare”. ANSA EUROPA

Libia, “fondi UE finiti nelle mani dei trafficanti e l’ONU lo sapeva”

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi