Riace, chiesto rinvio a giudizio per Lucano

Condividi

 

LOCRI (REGGIO CALABRIA), 22 MAR – La Procura della Repubblica di Locri ha chiesto il rinvio a giudizio per Domenico Lucano, sindaco sospeso di Riace, sottoposto attualmente al provvedimento di divieto di dimora nel piccolo centro della Locride divenuto modello di accoglienza per i migranti. Oltre a Lucano la richiesta riguarda altri 29 indagati nell’operazione Xenia.

L’udienza preliminare davanti al Gup di Locri Amelia Monteleone è fissata per il primo aprile.
La Procura contesta a Lucano e agli altri indagati, sulla base delle indagini condotte dalla Guardia di finanza, i reati di associazione per delinquere e abuso d’ufficio. ansa



MODELLO RIACE

Riace, sindaco Lucano: ”i trafficanti sono anche loro vittime”

Chiuse indagini sul sindaco di Riace

Il sistema Riace: voti, matrimoni falsi, migranti trattati come numeri, 2 milioni di euro spariti

Tribunale del Riesame: a Riace «sistema opaco e inverminato di illegalità»

Il sindaco indagato: sogno il Premio Nobel per Riace

Riace, procuratore di Locri: spariti 2 milioni, il sindaco li avrebbe usati per fini personali

Il modello Riace: fatture false, costi gonfiati, gestione opaca, finti matrimoni e gravi irregolarità

Riace, Lucano: continueremo a fare accoglienza con la solidarietà internazionale

Riace, prefetto Morcone (Pd): “Avvertii Lucano di stare attento, ma era in una specie di delirio”

Giustizia calpestata, Riace: sindaco ai domiciliari invita giornalisti a casa

Modello Riace, “veniva fatta la cresta perfino sulle spese di carburante”

e PER FINIRE LUCANO SI AUTOCANDIDA AL NOBEL



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -